L'IVASS aderisce alle Linee guida dell'ANIA del 6 febbraio 2018 concernenti la semplificazione dei contratti assicurativi.

28 marzo 2018. Polizze vita: piú chiarezza per i contraenti?

L'IVASS con Lettera al mercato del 14 marzo 2018 indirizzata a tutte imprese di assicurazione aventi sede in Italia, nonché, alle Rappresentanze Generali per l'Italia delle imprese di assicurazione aventi sede legale in uno Stato terzo rispetto allo S.E.E. che esercitano le assicurazioni in Italia, ha portato all’attenzione di queste ultime la necessità di una semplificazione dei testi contrattuali delle polizze, ritenendo importante che le stesse aderiscano alle Linee guida (allegate alla presente lettera) in merito alla struttura ed al linguaggio dei contratti assicurativi messe a punto dall'ANIA in data 6 febbraio 2018 in un apposito documento rubricato "Contratti semplici e chiari".

Le predette Linee guida delineano una struttura contrattuale di riferimento più lineare e chiara ed intervengono sulla chiarezza e semplicità del linguaggio, con l’obiettivo di rendere più fluida la lettura e la comprensione del contratto e  consentendo al contraente un esercizio più agevole dei diritti che gli derivano dal contratto stesso.

L'IVASS, pertanto, invita le imprese di assicurazione a dare, quanto prima, progressiva attuazione alle predette Linee guida, procedendo alla redazione e revisione dei contratti assicurativi, secondo una tempistica che tenga conto di criteri di proporzionalità e significatività e consenta:

  • per i prodotti assicurativi di nuova commercializzazione, di applicare le Linee guida al più tardi a partire dal 1° gennaio 2019;
  • per i principali prodotti in commercio, di completare la revisione secondo le Linee guida nel corso del 2019.

Le Linee guida ANIA “Contratti semplici e chiari”

Il documento stilato dall'ANIA e presentato all'IVASS in data 6 febbraio 2018, si concentra sui profili generali relativi al contratto assicurativo e sulla sua struttura senza entrare nel merito del contenuto delle singole previsioni contrattuali, in quanto si tratta di elementi che rientrano nella libertà contrattuale di ogni singola impresa. L'intera tematica della conformità dei prodotti assicurativi ai bisogni del cliente è peraltro oggetto di un riesame complessivo, alla luce del recepimento in Italia della Direttiva UE 2016/97 sulla distribuzione assicurativa (IDD).

Più nello specifico, le Linee guida in commento prescrivono:

  • il superamento della differenza tra condizioni generali e speciali;
  • la possibilità di utilizzare sia un formato cartaceo che elettronico (in questo ultimo caso con possibilità di inserire riquadri, finestre o pop-up dinamici);
  • la necessità di dare particolare evidenza grafica ad alcune clausole contrattuali, in particolare a quelle recanti decadenze, nullità, limitazioni delle garanzie, ovvero oneri a carico del contraente o dell'assicurato;
  • l'utilizzo di una terminologia semplificata ed intellegibile per il consumatore;
  • specifiche indicazioni relative alla struttura contrattuale, con particolare riferimento: al nome del prodotto, alla copertina, alla pagina di presentazione ( facoltativa), all’indice, alla numerazione delle pagine, alla scheda di polizza, al Glossario, alle Condizioni Generali, all’oggetto del contratto ed alle indicazioni da fornire in caso di sinistro.

Il nostro team di esperti rimane a disposizione per qualsivoglia ulteriore chiarimento ed approfondimento sull'argomento, con particolare riferimento alle polizze vita di tipo unit linked.

Weitere News

Tutti i mercati

19 marzo 2020

Informazione Covid-19

Informazione Covid-19
Top