FAQ assurance vie

FAQ's

Bâloise Vie Luxembourg

  • Chi è Bâloise Vie Luxembourg S.A.?

    Il gruppo Bâloise offre servizi di assicurazione nel Gran Ducato di Lussemburgo dal 1890 ed è stabilmente radicato nel tessuto economico e sociale del paese. Qualità, trasparenza, rispetto e integrità sono le virtù che guidano le sue azioni e che consentono di sviluppare dei partenariati stabili, basati sulla fiducia.

    Successivamente all’entrata in vigore della terza Direttiva vita che definisce e inquadra la libera prestazione di servizi (LPS) di assicurazione all’interno dell’Unione Europea, Bâloise Vie Luxembourg SA, la compagnia di assicurazione vita lussemburghese, si è specializzata nella distribuzione di contratti all’interno dell’Unione Europea emessi dal Lussemburgo (o in LPS) dal 1996. Per saperne di più.

  • Il Gruppo Baloise dispone di una succursale in Italia?

    Baloise non dispone di una succursale in Italia ma è autorizzata a esercitare nel territorio della Repubblica italiana la propria attività in libera prestazione di servizi. Per contro, Baloise è presente in Svizzera (Casa Madre), in Germania, in Belgio e nel Liechtenstein.

Contratto di assicurazione sulla vita di tipo unit linked

  • Che cos’è un contratto di assicurazione sulla vita di tipo unit linked?

    L’assicurazione-vita di tipo unit linked è un contratto di assicurazione le cui prestazioni sono direttamente collegate al valore di quote di Fondi di investimento OICR oppure al valore di quote di Fondi Interni Dedicati in funzione della scelta effettuata dal contraente ed il cui valore del contratto è collegato all’andamento degli attivi in cui i suddetti fondi investono. Il contratto mira a soddisfare un’esigenza di protezione assicurativa dal rischio morte dell’/degli assicurato/i nonché un’esigenza di pianificazione patrimoniale a favore dell’/degli beneficiario/i. Il contraente può riscattare parzialmente o totalmente il contratto durante la vita dello stesso.

  • Qual è il ruolo del contraente?

    La sottoscrizione è ad iniziativa del contraente, il quale può essere una persona fisica o giuridica. Questo si impegna a versare i premi del contratto e designa l’(gli) assicurato(i) e il(i) beneficiario(i). La qualità di contraente può coincidere con quella di assicurato.

  • Qual è il ruolo dell’assicurato?

    L’assicurato è la persona fisica a cui si riferisce l’evento della vita oggetto dell’assicurazione prevista dal contratto, quest’ultimo può essere stipulato sulla vita di una o due persone fisiche.

  • Il consenso dell’assicurato è obbligatorio?

    L’assicurato manifesta il proprio consenso alla stipula dell’assicurazione sulla propria vita.

  • È necessario che la persona assicurata abbia un’età minima?

    In linea di principio non è prevista un’età minima. Tuttavia Bâloise ha fissato l’età minima di ciascuna persona assicurata a diciotto anni.

  • Qual è il ruolo del(dei) beneficiario(i)?

    Qualsiasi persona può essere designata beneficiario. Non vi è un obbligo di legame familiare tra il(i) beneficiario(i) ed il contraente. È tuttavia necessario rispettare la quota di legittima. Il contraente può revocare in qualsiasi momento un beneficiario salvo che la designazione del beneficiario sia stata eseguita in modo irrevocabile oppure il contraente abbia rinunciato per iscritto al potere di revoca del beneficiario e questi abbia accettato il beneficio stipulato a suo vantaggio.

  • Modalità di designazione del(dei) beneficiario(i)?

    La redazione della clausola beneficiaria non è sottoposta ad alcun requisito di forma particolare.

    Si può quindi designare il beneficiario nel contratto, sin dall’inizio o, successivamente, mediante clausola aggiuntiva prima che si verifichi la cessazione del contratto. Esso può essere designato altresì mediante lettera ordinaria, oppure mediante testamento.

  • Un minore può essere contraente di un contratto di assicurazione sulla vita?

    In linea di principio non è prevista un’età minima. Tuttavia Bâloise ha fissato l’età minima di ciascun contraente all’età di diciotto anni.

  • Quando termina il contratto di assicurazione-vita?

    Il contratto cessa  al decesso dell’assicurato, con il recesso del contratto oppure in caso di riscatto totale.

  • Qual è la tassazione applicabile al mio contratto di assicurazione-vita?

    La tassazione applicabile al contratto di assicurazione-vita di tipo unit linked è descritta dettagliatamente nel tax sheet che può essere scaricabile sul sito web: www.baloise-international.lu.

  • Devo dichiarare il mio contratto?

    Si prega di consultare il tax sheet scaricabile sul sito web.

Informazioni relative ai contratti

  • Quali sono le informazioni relative al mio contratto che ricevo?

    La Compagnia, invia annualmente al Contraente, gratuitamente ed entro 60 (sessanta) giorni dal termine di  ciascun anno solare un rendiconto riassuntivo della relativa posizione assicurativa contenente almeno le seguenti informazioni:

    • dettaglio dei Premi versati dal perfezionamento del Contratto al 31 dicembre dell’anno precedente, numero e controvalore delle quote assegnate al 31 dicembre dell’anno precedente;
    • dettaglio dei premi versati, di quelli investiti, del numero e del controvalore delle quote assegnate nell’anno di riferimento;
    • numero e controvalore delle quote trasferite e di quelle assegnate a seguito di operazioni di switch;
    • numero delle quote eventualmente trattenute nell’anno di riferimento per il Premio relativo alle coperture di puro rischio ( costi di rischio per le coperture caso morte);
    • numero e controvalore delle quote rimborsate a seguito di riscatto Parziale nell’anno di riferimento;
    • numero delle quote trattenute per commissioni di gestione nell’anno di riferimento;
    • numero delle quote complessivamente assegnate e del relativo controvalore alla fine dell’anno di riferimento.

    La Compagnia tuttavia s’impegna a fornire entro venti giorni dalla data di ricevimento della richiesta scritta del contraente informazioni aggiornate in merito al contratto.

  • Dove posso presentare un reclamo?

    Tutte le informazioni relative ai reclami sono reperibili alla voce reclamo del sito internet.

  • Qual è il diritto applicabile ai contratti?

    Il diritto applicabile ai contratti è quello italiano.

    Tuttavia, la normativa lussemburghese disciplina i requisiti prudenziali e tecnici ai quali la compagnia assicurativa è sottoposta nell’ambito del contratto.

    Qualsiasi controversia dovesse insorgere in relazione al contratto, la competenza spetterà in via esclusiva al foro in cui il contraente risiede o ha eletto domicilio. Il regolamento di Roma tuttavia consente al contraente di scegliere il diritto applicabile al contratto e, grazie alla portabilità, i contratti possono “viaggiare” (in una certa misura e a certe condizioni) e previa valutazione della Compagnia.

Gli investimenti su cui si basa il contratto di assicurazione-vita

  • Che cos’è un fondo esterno?

    Un fondo esterno è un organismo d’investimento collettivo del Risparmio (OICR) espresso in quote o azioni messo a disposizione da Bâloise Vie Luxembourg S.A. per l’investimento dei Premi e in quanto Fondo collegato può essere selezionato dal Contraente per collegare il valore delle Prestazioni previste dal Contratto. Il  fondo esterno  può essere fondo di azioni (settoriali e/o di zone geografiche definite), fondo di obbligazioni, fondo monetario, fondo misto, fondo di fondi, fondo di fondi alternativi, fondi profilati e gestito da gestori professionali per l’investimento dei premi nel rispetto dei limiti e delle restrizioni previsti dalla normativa lussemburghese.

  • Come è valutato un fondo esterno e quali sono i costi?

    Il NAV (valore patrimoniale netto) è calcolato dal gestore del fondo esterno. I costi specifici legati ai differenti fondi esterni sono consultabili nelle schede dei fondi esterni messi a disposizione del contraente.

  • Che cos’è un FID?

    Un fondo interno dedicato è un fondo interno assicurativo espresso in quote e valorizzato in una valuta del fondo istituito dalla Compagnia per l’investimento dei premi di ciascun contratto. Il contratto può contenere uno o più fondi interni dedicati. Il FID è depositato presso una banca depositaria e la gestione è delegata ad un gestore specializzato.

  • Come è valutato un FID e quali sono i costi?

    Il valore di un fondo interno dedicato dipende dagli attivi sottostanti che lo compongono. Il valore del fondo risulta dai rispettivi valori degli attivi sottostanti aumentati delle liquidità non investite, degli interessi maturati ma non scaduti e diminuiti delle spese, tasse e altre imposte legate alla gestione corrente del fondo.

    I costi legati ad un fondo interno dedicato sono i costi di gestione del fondo interno dedicato e della banca depositaria. Questi ultimi sono indicati nel dettaglio all’interno delle condizioni specifiche del fondo dedicato allegate alla proposta di assicurazione.

Regolazione

  • Che cos’è il triangolo di sicurezza?

    Il triangolo di sicurezza è il meccanismo che descrive il regime di protezione dei contraenti e che assicura la separazione giuridica e fisica tra valori mobiliari dei contraenti, da una parte, e i patrimoni degli azionisti e degli altri creditori della compagnia assicurativa dall’altra parte.

  • Che cos’è PRIIPS?

    PRIIP (Packaged Retail and Insurance-based Investment Products – Prodotti di investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati) è un Regolamento europeo che disciplina, al 31 dicembre 2017, i documenti contenenti informazioni chiave (KID – Key Information Document) relativi ai prodotti di investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati. L’obiettivo è quello di migliorare la trasparenza e la comparabilità di tali prodotti nei confronti del contraente.

    I prodotti interessati in particolare da questa regolamentazione sono i seguenti: gli OPCVM (sicav), i contratti di tipo unit linked, i fondi alternativi, le obbligazioni convertibili, i prodotti di cartolarizzazione e i depositi ed titoli strutturati.

    Al fine di migliorare la comprensione di questi prodotti, sono state introdotte delle regole concernenti il documento informativo di base consegnato ai contraenti: il KID PRIIP :

    • Il documento informativo chiave dovrà essere composto da un massimo di 3 pagine A4 per ciascun prodotto e dovrà presentare in maniera chiara e standardizzata le informazioni chiave di un prodotto di investimento;
    • Il KID deve essere comunicato al contraente prima della sottoscrizione  del contratto;

    Ciò significa che i promotori di tali prodotti di investimento (fra cui attualmente i contratti di assicurazione-vita di tipo unit linked) saranno soggetti agli stessi obblighi degli emittenti di sicav per quanto concerne l’informativa ai contraenti attraverso il KIID.

  • Che cos’è la IDD ?

    La direttiva europea del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 gennaio 2016 sulla distribuzione delle assicurazioni (IDD) fa parte di un processo avviato negli anni' 90 per armonizzare il mercato assicurativo. Essa mira a rafforzare la tutela dei consumatori concentrandosi sulla formazione dei distributori di assicurazioni e sulla trasparenza delle informazioni da essi fornite.

  • Che cos’è FATCA?

    La legge FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) è stata adottata il 18 marzo 2010 ed è entrata in vigore il 1° gennaio 2013. Essa impone la divulgazione dei dettagli dei titolari di conti americani all’IRS (Internal Revenue Service). In sintesi, ciò significa che le istituzioni finanziarie e altri enti non statunitensi sono tenuti a divulgare le informazioni relative ai loro titolari di conti statunitensi all’agenzia Internal Revenue Service (IRS), senza che esse si espongano ad una ritenuta fiscale del 30%.

  • Che cos’è la Solvency II?

    Solvency II è una direttiva europea entrata in vigore il 1° gennaio 2016 il cui scopo è quello di armonizzare e di sostenere il mercato europeo dell’assicurazione garantendo la solvibilità degli assicuratori, vale a dire la loro capacità di rispettare gli impegni presi nei confronti degli assicurati.

    Tali regole prudenziali disciplinano il rischio operativo e le esigenze in materia di fondi propri delle compagnie assicurative. Esse devono inoltre consentire un maggiore controllo dell’autorità di controllo sulle compagnie assicurative.

    Ai fini di Solvency II, Bâloise Vie Luxembourg S.A. dispone di un coefficiente di 206,4%.

  • Quali sono gli obblighi dei contraenti nell'ambito FATCA?

    Ogni contraente persona fisica è tenuto a compilare un Modulo di identificazione della residenza fiscale e dello status di statunitense al fine dello scambio automatico di informazioni e di FACTA – “Modulo di identificazione fiscale “ allo scopo di permettere alla compagnia di determinare se il contraente deve essere considerato come un residente fiscale statunitense. Inoltre, nel corso della durata del contratto, il contraente deve immediatamente segnalare alla compagnia ogni cambiamento di residenza fiscale. In tale caso dovrà compilare un nuovo modulo di identificazione fiscale che sarà fornito dalla compagnia.

  • Che cos’è il CRS - Common Reporting Standard?

    La normativa relativa allo scambio automatico di informazioni predisposta dall’OCSE/dal G20 è stata adottata il 20 ottobre 2014 a fini fiscali da tutti i paesi aderenti all’OCSE e al G20. Essa prevede lo scambio automatico, su base annuale, di qualsiasi informazione finanziaria relativa ai clienti (persone fisiche e persone giuridiche) residenti in paesi stranieri. La maggior parte degli ordinamenti si sono impegnati ad attuare tale normativa, procedendo a scambi reciproci con tutti gli ordinamenti oggetto di segnalazioni. Nell’ambito del Common Reporting Standard, il Lussemburgo ha, nel 2017, per la prima volta, istituito un sistema di segnalazione alle autorità fiscali lussemburghesi, destinato ai paesi oggetto di segnalazione.

  • Quali sono le obbligazioni dei clienti nell’ambito del CRS?

    Ciascun contraente e beneficiario (a fronte di un pagamento della prestazione) sono tenuti a compilare un Formulario d’identificazione della residenza fiscale e dello status americano ai fini dello scambio automatico d’informazioni e di FATCA- “Formulario d’identificazione fiscale” al fine di certificare la propria residenza fiscale. Durante la vita del contratto, il contraente deve comunicare immediatamente alla Compagnia di assicurazione qualsiasi cambiamento della residenza fiscale. Nel caso di specie dovrà compilare un nuovo formulario d’identificazione fiscale che sarà fornito dalla Compagnia.

  • Quando ha avuto luogo la prima segnalazione in Lussemburgo?

    La prima segnalazione ha avuto luogo il 30 giugno 2017 ad opera degli istituti bancari e delle compagnie d’assicurazione, destinata alle autorità fiscali lussemburghesi, che a settembre 2017 trasmetteranno i dati raccolti alle autorità locali interessate. Tale segnalazione deve essere fatta ogni anno alla stessa scadenza.

  • Quali contratti riguarda tale prima segnalazione?

    Tale segnalazione nel 2017 ha riguardato tutti i nuovi contratti sottoscritti nel 2016, nonché il complesso dei contratti da più di un milione di dollari, sottoscritti da persone fisiche al 31 dicembre 2015. La segnalazione del 30 giugno 2018 riguarderà altresì il complesso dei contratti rimanenti (sottoscritti da persone fisiche e da persone giuridiche, a prescindere dall’importo), al fine di ricomprendere tutti i contratti.

  • Quali tipi di contratti sono interessati dalla segnalazione CRS?

    La segnalazione riguarda i contratti di assicurazione sulla vita.

  • Quali dati saranno trasmessi nell’ambito della segnalazione CRS?

    Saranno trasmessi tutti i dati personali e finanziari dei contratti oggetto della segnalazione. Vale a dire i dati che consentono l’identificazione del soggetto: cognome, nome, indirizzo, data e paese di nascita, CF – codice fiscale, residenza fiscale, nonché i dati finanziari del contratto (vale a dire il valore del contratto al 31 dicembre dell’anno di riferimento della segnalazione, nonché i pagamenti lordi corrisposti in uscita (riscatti, pagamenti ai beneficiari, pagamento di imposte, …).

  • Perché a giugno 2017 è stata inviata una comunicazione relativa al paese di residenza fiscale attribuito?

    Nell’ambito della tutela dei dati personali, anteriormente all’invio dei dati personali dei clienti, si prevede che questi ultimi siano avvertiti di tale invio al Paese di residenza registrato: quest’ultimo è stato determinato sulla base di un’autocertificazione fornita dai clienti stessi o sulla base di indicatori di residenza.

  • Cosa si deve fare se il paese menzionato in tale comunicazione non è quello giusto?

    In caso di osservazioni o errori in merito al Paese menzionato nella comunicazione relativa alla residenza fiscale attribuita, si prega di trasmettere i documenti relativi alla residenza fiscale da attribuire, nonché i documenti giustificativi a ricezione di tale comunicazione. Bâloise si riserva in ogni caso il diritto di individuare la residenza fiscale corretta con riferimento alle informazioni e ai documenti in suo possesso.