Informazioni concernenti l’invio e la gestione dei Reclami

Invio di Reclami alla Bâloise Vie Luxembourg S.A.

Eventuali reclami riguardanti il rapporto contrattuale con la Bâloise Vie Luxembourg S.A. possono essere inoltrati per iscritto direttamente a quest'ultima presso Service Contentieux, che è la funzione aziendale preposta alla gestione dei reclami, a mezzo posta al seguente indirizzo L-8070 Bertrange, 23, rue du Puits Romain, Bourmicht – Luxembourg, oppure via fax al numero +352 290 190 462, oppure mediante posta elettronica al seguente indirizzo: qualite@baloise.lu.

La lettera di reclamo – ovvero una dichiarazione di insoddisfazione relativa al contratto di assicurazione stipulato con la Bâloise Vie Luxembourg S.A. – dovrà indicare il numero di polizza al quale si riferisce e deve essere debitamente firmata dal reclamante. Bâloise Vie Luxembourg S.A. sarà tenuta a fornire riscontro al reclamo entro il termine di 45 giorni dalla data di ricevimento del medesimo.

Invio di reclami all’IVASS, alla CONSOB e al CAA

Qualora il reclamante non si ritenga soddisfatto dell’esito del reclamo o  in caso di assenza di riscontro nel termine massimo di quarantacinque (45) giorni, potrà rivolgersi alle seguenti autorità:

  • IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) – Servizio di Tutela degli Utenti, Via del Quirinale 21 – 00187 Roma, fax +39 06 42133745 o + 39 06 42133353 e indirizzo di posta certificata: ivass@pec.ivass.it. L’IVASS è competente per le questioni attinenti al Contratto, alle prestazioni assicurative ivi previste e all’osservanza della normativa del settore assicurativo. La lettera di reclamo inviata all’IVASS deve contenere almeno le seguenti informazioni: nome, cognome e domicilio del reclamante, con eventuale recapito telefonico; individuazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l’operato; breve ed esaustiva descrizione del motivo di lamentela o insoddisfazione; copia del reclamo eventualmente presentato alla Bâloise Vie Luxembourg S.A. e dell’eventuale riscontro fornito dalla stessa, corredando l’esposto di ogni documento utile per descriverne più completamente le relative circostanze. I reclami indirizzati all’IVASS dovranno essere inviati mediante il modulo prestampato da codesta autorità di vigilanza che può essere scaricato sul sito;
  • CONSOB (Commissione Nazionale per la Società e gli Operatori di Borsa), Via G. B. Martini 3 – 00198 Roma, la commissione è competente per questioni attinenti alla trasparenza informativa e all’osservanza della normativa applicabile ai prodotti finanziario-assicurativi (unit-linked, index-linked e capitalizzazione) e l’esposto dovrà essere corredato della documentazione relativa al reclamo trattato dalla Bâloise Vie Luxembourg S.A.

Qualora il reclamante non sia soddisfatto dell’esito del reclamo, può altresì inviare un reclamo scritto all’autorità di vigilanza delle compagnie assicurative con sede in Lussemburgo, Commissariat aux Assurances (CAA), per posta all’indirizzo 7, Boulevard Joseph II, L–1840 Luxembourg, oppure via fax al numero + 352 226910 o mediante posta elettronica al seguente indirizzo: commassu@commassu.lu, corredando l'esposto della documentazione relativa al reclamo trattato dalla Bâloise Vie Luxembourg S.A.

Arbitro per le Controversie Finanziarie

La Bâloise Vie Luxembourg S.A. ha aderito al sistema di risoluzione extragiudiziale delle controversie denominato Arbitro per le Controversie Finanziarie («ACF») istituito mediante delibera Consob n. 19602 del 4 maggio 2016. 

L’ACF è competente per la risoluzione stragiudiziale delle controversie tra investitori- contraenti ed imprese di assicurazioni in tutti i casi di violazione da parte degli intermediari degli obblighi di diligenza, correttezza, informazione e trasparenza previsti nei confronti degli investitori nell’esercizio delle attività disciplinate nella parte II del Testo Unico Bancario (incluse le controversie transfrontaliere e le controversie oggetto del Regolamento UE n. 524/2013) per i prodotti assicurativi a contenuto finanziario e che abbiano ad oggetto la richiesta di somme di denaro per un importo non superiore ad euro cinquencentomila (€500.000,00).

Il ricorso all’ACF deve essere presentato entro un anno dalla presentazione del reclamo alla Compagnia e l’accesso al procedimento è  completamente gratuito.

La decisione dell’ACF non è vincolante per il reclamante che potrà comunque rivolgersi all’autorità giudiziaria. Mentre nel caso in cui l’intermediario non dia esecuzione alla decisione assunta dall’ACF è prevista a suo carico la sanzione reputazionale della pubblicazione del suo inadempimento.

Per conoscere come rivolgersi all’Arbitro, nonchè, le modalità di presentazione del ricorso si puo’ consultare il sito, oppure rivolgersi alle filiali della Consob, oppure rivolgersi alla Bâloise Vie Luxembourg S.A.

Azioni dinnanzi all’autorità giudiziaria e ulteriori sistemi alternativi di risoluzione delle controversie

In relazione alle controversie inerenti la quantificazione delle prestazioni ai sensi del Contratto e/o l’attribuzione di responsabilità, si ricorda che permane la competenza esclusiva dell’Autorità Giudiziaria che potrà essere adita in seguito al ricorso alla “Mediazione Obbligatoria” di cui alla Legge n. 98/2013, un sistema alternativo di risoluzione delle controversie che può essere avviato con l’assistenza di un avvocato, presentando istanza ad un Organismo di Mediazione tra quelli presenti nell’elenco del Ministero della Giustizia, consultabile sul sito.

In relazione alle medesime ipotesi, il reclamante ha altresì facoltà di ricorrere in via preventiva alla “Negoziazione Assistita” di cui alla Legge n. 162/2014, che può essere avviata tramite una richiesta del proprio avvocato alla Bâloise Vie Luxembourg S.A. di aderire ad una convenzione per la risoluzione amichevole e in via alternativa della controversia con l’assistenza di uno o più avvocati.

Con riferimento alla risoluzione di liti transfrontaliere è inoltre possibile presentare reclamo, oltre che all’IVASS, anche al Médiateur en Assurances (autorità competente avente sede in Lussemburgo) chiedendo l’attivazione della procedura FIN-NET.